Orientamento

ORIENTAMENTO 2021-2022

Si sono chiuse in data 4 febbraio 2022 le iscrizioni alle scuole superiori, mettendo un punto, più o meno fermo, ad una scelta importante e delicata degli studenti e delle loro famiglie.

Quest’anno le attività di orientamento sono prevalentemente avvenute in presenza. Gli studenti hanno partecipato agli incontri con la psicologa dott. ssa Grandi nell’ambito del progetto promosso dal comune di Vigevano “Orientiamoci” e alla presentazione delle varie scuole tenuta dalla funzione strumentale.  Gli studenti ritengono molto utili questi due appuntamenti, come risulta dai dati analizzati su un campione di 105 studenti.

Il campus di Orientamento nella Cavallerizza del Castello di Vigevano e quello virtuale, accessibile dal sito della scuola e dalla pagina dedicata all’iniziativa dal comune, hanno offerto agli alunni la possibilità di confrontare i percorsi e le offerte formative dei vari istituti del territorio. Chi ha partecipato al campus ha  trovato questa opportunità utile ai fini della scelta della scuola superiore.

Non sono mancate le occasioni per partecipare agli Open Day/Open Night dei vari istituti superiori; alcuni allievi hanno anche potuto visitare  personalmente alcune scuole  e/o  provare attività laboratoriali. Le informazioni degli appuntamenti sono state pubblicate sulla pagina di orientamento. Il 56% degli alunni del campione esaminato ha consultato il sites creato per l'orientamento per avere informazioni utili sugli appuntamenti con le scuole superiori, per consultare i quadri orari o avere materiali informativi provenienti da vari istituti, alcuni dei quali  fuori provincia o regione.

Le attività di orientamento finalizzate alla scelta della scuola superiore sono terminate ma continua l’attenzione dei docenti al percorso orientativo dei propri alunni.  Se nascono dubbi riguardo alla scelta della scuola superiore è sempre possibile confrontarsi con i docenti, in particolare con il coordinatore di classe. A luglio, in caso di ripensamento, è possibile contattare un’altra scuola, cambiando, nel caso di posti disponibili, l'iscrizione. In sede di esame di stato il Consiglio di classe conferma o modifica, qualora lo ritenga opportuno, il consiglio orientativo.  

I grafici che seguono riassumono la distribuzione dei consigli orientativi degli studenti dell’intera scuola.

Nell’areogramma che segue e sintetizza le iscrizioni alle scuole superiori, sono evidenti due differenze rispetto al precedente: l’elevata percentuale di chi  sceglie il liceo e l’esigua percentuale di studenti iscritti agli istituti professionali che prevedono un percorso quinquennale.

Il grafico seguente mostra la percentuale di studenti che ha rispettato il consiglio orientativo presentando l’iscrizione ad un istituto con un percorso simile per difficoltà, anche con diverso indirizzo,  e quelle  degli allievi che hanno scelto scuole di diversa tipologia, più pratiche o più teoriche. 

La scelta di un indirizzo più impegnativo potrebbe rappresentare una criticità. Dai dati ottenuti dal campione esaminato emerge la presenza di una forte motivazione ad affrontare le eventuali difficoltà del percorso futuro.

Dal questionario di valutazione del progetto di orientamento indirizzato ai genitori, risulta che i familiari sostengono le scelte dei figli, consapevoli che potranno esserci alcune criticità nel caso non sia stato seguito il consiglio orientativo.

Nei primi mesi del nuovo anno scolastico i docenti si terranno informati sui successi e sulle difficoltà degli ex-allievi, confrontandosi con i professori di alcune scuola superiore.